FANDOM


Goten passava quasi tutti i pomeriggi a casa dell’amichetto Trunks. Al piccolo Goten piaceva molto trascorrere del tempo alla Capsule Corp., non solo per la compagnia dell’amico, ma anche per le deliziose merende che preparava Mrs. Brief.

I ragazzini erano liberi di divertirsi come preferivano nell’immenso giardino dell’abitazione con i numerosi giocattoli che il bambino dai capelli viola possedeva, cosa di cui non mancava di vantarsi. Goten, però, non provava alcuna invidia nei suoi confronti: la sua famiglia non era in grado di comprargli giocattoli in quantità, ma poteva contare sull’amore incondizionato sia di sua madre che di suo fratello, e questo gli bastava.

Forse solo una cosa invidiava all’amico, ma nemmeno tutti gli Zeni del mondo avrebbero potuto comprarla…

I due stavano giocando con la nuova pista di automobiline, che Bulma aveva appena regalato al figlio, facendo il solito baccano.

-Ah ha! – esclamò Trunks –Tanto non mi prendi! La mia è più veloce! –

-Ah sì? Questo lo vedremo! – Ma come aveva previsto l’amico, Goten arrivò secondo.

-Yuhu! – urlò Trunks, alzando i pugni al cielo – Ho vinto! Ho vinto, ho vinto, ho vinto! –

-Ehi Trunks! – la voce di Vegeta attirò la loro attenzione – Che cos’è tutto questo baccano? -  

I bambini scattarono in piedi alla vista dell’uomo, intimoriti, il cui sguardo passava dal figlio all’altro.

-B…buongiorno Vegeta… -

-C…ciao papà… stavamo solo giocando… -

-Giocando, eh? – lo sguardo di Vegeta si posò nuovamente sul figlio del suo acerrimo rivale –Tsk! – voltò le spalle e fece per andarsene. – Ah, già, dimenticavo – disse, gettando al figlio alcuni Zeni – Prendente un gelato. –

-Wow, davvero! – esclamò Trunks –Grazie papà, sei il migliore! – corse verso il padre e lo abbracciò. Scostando leggermente il figlio, Vegeta se ne andò senza aggiungere altro.

Goten aveva osservato la scena in silenzio. Ecco cosa invidiava all’amico… Trunks si lamentava spesso del carattere burbero del padre e dei suoi modi bruschi, ma almeno lui un padre ce lo aveva. Il poco che il piccolo Goten sapeva di Goku lo aveva sentito dalla madre e dal fratello, ma non lo aveva mai conosciuto.

-Dai Goten. Andiamo! – Trunks andò verso la strada, dove si era appena accostato il camioncino dei gelati.

Il morettino annuì, resistendo alla tentazione di mettersi il pollice in bocca, gesto che gli risultava quasi automatico ogni volta che si sentiva triste, e si sforzò di sorridere. Corse verso l’amico e, con il solito viso allegro, comprarono il loro gelato.

Racconto appartenente a: EFP

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.